avatar

Gli indirizzi di Spigoloso | Mia Market, Roma

Dieci anni fa, un manipolo di designer italiane con la passione per il cibo e il bernoccolo per l’innovazione ha fondato Arabeschi di Latte.

Da quel momento, il collettivo tutto femminile usa il cibo per creare un quotidiano senso di felicità attraverso esperienze sensoriali e interattive. Dopo tutto, godere di ciò che si mangia è un cardine della cultura italiana.

Ma il cibo non si limita a eccitare le nostre papille gustative: ispira e crea relazioni.

L’approccio di Arabeschi di Latte è originale e fantasioso: pic-nic lungo il fiume, cene di ispirazione futurista e barbeque interattivi sono solo alcuni dei brillanti concept ideati negli anni. Ma il cibo è anche commento sociale. Per un evento di design a Milano, Arabeschi ha presentato “Il nuovo in Italia è fatica”. Preparare lo zabaione perfetto partendo da zero e usando solo utensili della tradizione, è diventato il simbolo del grande sforzo necessario a creare il nuovo e il diverso in un paese ancora avvolto nella tradizione.

A Roma, all’inizio del 2010, è nato Mia Market, spazio che ricorda una cucina la cui porta d’ingresso qualcuno ha dimenticato aperta. All’interno, in un ambiente rilassato e familiare, si mangia, si compra, si impara a cucinare o si perfeziona lo stile. Il menu cambia ogni giorno e include variazioni di pasta, tortellini vegetariani, verdura bio di stagione e tiramisù.

Arabeschi di latte è composto da Francesca Sarti, Alessandra Foschi, Silvia Allori, Francesca Pazzagli, Maria Carla Pernarella, Cristina Cortese e Giulia Iaquinta.

(Crediti | Link: Arabeschi di latte, Mia Market, immagine: Urban Italy)

One thought on “Gli indirizzi di Spigoloso | Mia Market, Roma

  1. Ringrazio Massimo per l’attenzione posta sul Mia Market ma ci tengo a fare delle precisazioni:
    - Non lavoro più per il Collettivo Arabeschi di Latte pur continuando a mantenere con loro uno splendido rapporto di amicizia e di stima reciproca ora collaboro con una realtà nota a voi e a tutti vostri lettori, a cui tengo tantissimo: The Fooders.
    - Ho ideato il concept e portato avanti fisicamente il progetto del Mia Market curandolo nei minimi particolari con le ragazze del collettivo in particolare con L’architetto Francesca Sarti
    - da un anno il progetto Mia Market non é più curato né da me né dal collettivo Arabeschi quindi mi dissocio a nome mio, ma penso di poter parlare anche a nome del collettivo da qualsiasi iniziativa, tipologia di prodotto, evento, scelta estetica fatta/venduta/realizzata all’interno del locale e promosso con il nome Mia Market.
    Per me il Mia Market rimarrà una bellissima esperienza che mi ha dato modo di crescere professionalmente di conoscere tante persone dalla signora del piano di sopra al contadino dell’orto accanto.

Lascia un commento

1. Ospite
Commenta subito
2. Iscritto a Facebook o Twitter
Commenta con il tuo profilo social
accedi
3. Iscritto a spigoloso