avatar
fai-da-te

Fare la ricotta in casa è più facile di quanto pensate

Ho fatto la ricotta in casa. Niente di complicato, gli ingredienti si trovano nel negozio sotto casa o al supermercato, e non c’è bisogno di attrezzi particolari se non un termometro da cucina. Solo che il risultato finale è migliore di gran parte delle ricotte che si trovano in commercio. Ecco come fare.

1) Scaldate una miscela composta da un litro di latte intero, 100 ml di panna fresca da montare e un pizzico di sale. Un’alternativa alla panna fresca potrebbe essere il latticello. Stop. Qualcuno obietterà che il latticello nel negozio sotto casa non si trova: è vero, non siamo in Europa del nord. Ma si prepara facilmente unendo un cucchiaio di burro morbido e acqua quanto basta a uno yogurt di latte intero. Riprendiamo: scaldate la miscela a fuoco medio mescolando continuamente, 2) fin quando non raggiunge i 90° (si forma una corona di bolle).

Togliete la pentola dal fuoco e 3) aggiungete 2 cucchiai di aceto di mele e un pizzico sale. Riprendete a mescolare proseguendo la cottura a fiamma bassa per 1 minuto senza far bollire il latte. 4) Si formano dei grumi.

Lasciate riposare per 5 minuti a temperatura ambiente, 5) i grumi ora sono più evidenti. Nel frattempo, sistemate un colino foderato da una garza sopra una ciotola e trasferite la ricotta. Quando si è raffreddata passatela al colino per asciugarla dal liquido residuo, e mettete in frigo per un paio d’ore.

Ecco qui, tre quarti d’ora e la nostra ricotta è pronta. Prima che lo faccia qualcun altro puntualizziamo. Questa non è ricotta ma cagliata. Per preparare la ricotta propriamente detta bisogna ricuocere (da qui il nome) il siero del latte. Ciò non toglie che questa versione fai-da-te sia molto simile e soprattutto molto buona.

La tentazione di mangiarla direttamente dal colino è forte, ricotta calda, morbida, appena insaporita dal sale e dal pepe. Oppure conditela con un filo di olio extra vergine, sale, pepe, insieme al pane tostato e qualche verdura grigliata.

Se preferite la versione dolce, aggiungete un po’ di miele o qualche frutto di stagione (con i fichi è sorprendente). O altrimenti delle mandorle appena tostate.

Da sola o unita a un trito di erbe fresche condisce egregiamente un piatto di pasta.

22 commenti a Fare la ricotta in casa è più facile di quanto pensate

  1. amo la cagliata (la faccio così come te, ma senza panna: solo latte) però per carità, non diciamo che sia simile alla ricotta perché è immensamente più grassa (in senso buono eh) :-)

    • Ho un dubbio, ma dopo la coagulazione acida, con il siero che resta si può ancora fare la vera ricotta, o si può fare solo dopo aver quagliato con il presame?

      • ho provato solo una volta a farla dal siero della cagliata fatta col limone (o con l’aceto) ma non ci sono riuscita: credo occorra il presame.

  2. Panna… burro…. ma perché mai aggiungere grassi inutili: utilizziamo invece del buon latte intero crudo (ormai i distributori ci sono quasi dappertutto).
    Il valore aggiunto della ricotta sta proprio nella ricchezza di proteine e scarsità di grassi ;-)

  3. volendo provare a rifare la ricotta seguendo le istruzioni, volevo chiedere, è possibile sostituire l’aceto di mele con un altro tipo di aceto? grazie.

    • l’importante è aggiungere un acido che destabilizza l’emulsione naturale del latte… aceto di mele e di frutti… e succhi di frutti acidi a partire dal succo di limone… l’importante che sia aciso!

  4. Ciò che proponi di realizzare è sicuramente un ottimo latticino, ma non è ricotta, per la quale va utilizzato il solo siero di latte, una sorta di “avanzo” della caseificazione.
    Inoltre, credetemi, l’acido citrico è mille volte meglio di qualsiasi aceto e non lascia alcun retrogusto.

  5. Consiglio anche di fare con questa “ricotta” anche se è cagliata per creare delle buonissime ricotta e pera, naturalmente cercate come detto nella ricetta, di farla dolce… naturalme questa è solo la base della ricetta della ricotta e pera ;)
    Complimenti alla cuoca
    ciaoo

  6. Ciao e complimenti per la ricetta… Bisogna però distinguere la cagliata dalla ricotta….perché la cagliata sarebbe la “pastata” di formaggio ed ha una consistenza ed un sapore molto diversi dalla ricotta,come dicevi tu la ricotta e la seconda cottura del siero,è più soffice e non è gommosa come la pastata… Ho trascorso 5-6 anni con i miei parenti in Calabria che sono produttori diretti di formaggi e ricotta. Si dovrebbe usare solo latte intero e fresco,per un sapore indimenticabile si usa fare la ricotta con latte di pecora e un 30% di latte di capra e per far cagliare il latte si deve usare semplicemente il calcio. Comunque rimango veramente sorpreso di leggere una ricetta alternativa. I miei più sinceri complimenti.

  7. Pingback: Scarti del latte

  8. The new Zune browser is surprisingly good, but not as good as the iPod’s. It works well, but isn’t as fast as Safari, and has a clunkier interface. If you occasionally plan on using the web browser that’s not an issue, but if you’re planning to browse the web alot from your PMP then the iPod’s larger screen and better browser may be important.

  9. Ciao, ma è possibile fare una “ricotta” o cagliata magra utilizzando latte scremato? E magari anche quello ad alta digeribilità per le persone intolleranti al lattosio?

    Grazie

  10. yogurt,panna montata, acido citrico,aceto di mele,…..mi sa che avete fatto un mescolanza che nulla a vedere con la ricotta.
    La ricotta si fa solo e soltanto con il siero di latta,dopo la cagliata, si scalda il siero, quando raggiunge i 70 gradi gli si aggiunge lentamente una percentuale di latte crudo ,di circa il 10 percento e mentre la temperatura si avvicina ai 85/90 gradi si seoara la ricotta e la si raccoglie con una schiumarola,un colino od altro mezzo idoneo e la si mette nei fuscelli di paglia intrecciata.
    La migliore e fatta con latte di capra.
    ciao a tutti ed evitate fantasticherie di panna montata ed altro e come il “VENETO” MIO AMICO CHE FACEVA LA PASTA CON LA FARINA Ahhhhhhhhhhhhhh! E QUANDO GLI PARLAI DELLA semola di grano duro cadde dalle nuvole
    nic il terrone gallinacccio

  11. bravo nicola io la faccio come te ed è ottima faccio prima ilprimo sale e poi la ricotta però per farla nascere a quasi 80°aggiungo un limone spremuto provatela è ottima ciao a tutti

  12. Definitely believe that which you said. Your favorite
    justification seemed to be at the web the simplest thing to take note of.

    I say to you, I definitely get annoyed whilst other folks consider concerns that they just don’t know about. You managed to hit the nail upon the highest and outlined out the entire thing without having side effect , other folks can take a signal. Will likely be back to get more. Thanks

  13. Hi are using WordPress for your blog platform?
    I’m new to the blog world but I’m trying to get started and create my
    own. Do you need any html coding knowledge to make your own blog?
    Any help would be greatly appreciated!

    Review my web page: gta san andreas ipa download (Sam)

Lascia un commento

1. Ospite
Commenta subito
2. Iscritto a Facebook o Twitter
Commenta con il tuo profilo social
accedi
3. Iscritto a spigoloso